Storia

Presentazione
La Società di Chirurgia Vertebrale è una delle più antiche Associazioni italiane di Ortopedia affiliate alla Società madre S.I.O.T. Attualmente conta circa 316 soci italiani, europei ed americani. Gli Organi dell’Associazione sono: l’Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo, il Collegio dei Probiviri. L’Assemblea è convocata almeno una volta all’anno per l’approvazione del bilancio, in concomitanza con il Congresso Nazionale. Agli inizi della sua storia l’Associazione era composta, come ancora oggi, di: Soci Fondatori, Soci Ordinari, Soci Aderenti.

Sono Soci Aderenti i Laureati in Medicina e Chirurgia che esercitano o hanno interessi culturali nella patologia e chirurgia vertebrale. Per essere nominati Soci Aderenti è necessario presentare domanda di iscrizione su apposito formulario controfirmata da due Soci ordinari Presentatori, al Segretario della Società che la sottoporrà al voto di ammissione dell’Assemblea.
Si può divenire Socio Ordinario o all’atto della prima iscrizione, presentando un curriculum che dimostri la consolidata esperienza clinica e scientifica nella patologia e chirurgia vertebrale o per passaggio da socio aderente, previa richiesta al Consiglio Direttivo ed approvazione dell’Assemblea.
La carica di Presidente è per statuto biennale, così pure quella dei Consiglieri, mentre la carica di Segretario e Tesoriere è quadriennale e può essere rinnovata.

La storia
Nel 1977 un gruppo di ortopedici italiani particolarmente interessato alle problematiche della colonna vertebrale e della scoliosi in particolare, decidono di fondare un gruppo di studio denominato: “Gruppo Italiano di studio della Scoliosi” abbreviato G.I.S. che affrontasse questi temi in maniera approfondita. Proprio lo statuto della società, infatti, recita che essa si propone il raggiungimento dei seguenti scopi:
a) promuovere ed incoraggiare lo studio, la ricerca, la prevenzione e la cura di tutte le forme di patologia vertebrale;
b) favorire scambi di idee e di esperienze fra specialisti italiani e stranieri interessati a questo campo.
Contemporaneamente viene decisa la fondazione della Rivista Ufficiale della Società che prende il nome: “ Progressi in Patologia Vertebrale ”in cui saranno raccolte tutte le relazioni congressuali. Il 1° Congresso Nazionale si svolge a Pisa con la Presidenza del Prof. Pier Giorgio Marchetti, nel dicembre del 1978 e affronta l’argomento del “Trattamento della Scoliosi con corsetti”. Anche il 1° Volume della Rivista Ufficiale ovviamente ha per titolo l’argomento di tale Congresso. La prefazione di tale 1° Volume fu del Prof. Romolo Savini, compianto collega degli Istituti Rizzoli di Bologna, che oltre che Socio Fondatore della Società e primo Presidente della stessa era anche fra i Redattori della Rivista del 1° Comitato di Redazione insieme ad Agostini, Del Torto, Mastragostino e Travaglini. Pertanto, riteniamo un dovuto omaggio a Romolo Savini riportare integralmente in questo resoconto la sua prefazione al 1° Volume della Rivista del 1978.

Prefazione
“Nel 1977 si è costituito il Gruppo Italiano di Studio della Scoliosi (G.I.S.). Compito principale di questa Associazione è di promuovere e incoraggiare lo studio, la prevenzione e la cura delle scoliosi e di altre forme patologiche vertebrali. A distanza di un anno dalla fondazione il G.I.S. ha tenuto la sua Riunione a Pisa sotto la presidenza del Prof. P. G. Marchetti. L’argomento prescelto, il trattamento della scoliosi con corsetti era molto vasto e impegnativo. Si trattava di fare una utile messa a punto di dati solo in parte già noti ed acquisiti e di valutare con la massima attenzione le novità in campo ortesico. Ringraziamo tutti gli Autori che hanno meritevolmente svolto il loro compito contribuendo alla riuscita della nostra ? Riunione. I lavori presentati alle Riunioni del G.I.S. verranno raccolti e pubblicati annualmente. Questo è il primo volume di una collana intitolata “Progetti in Patologia vertebrale” la quale testimonierà il lavoro svolto dal Gruppo e dovrà costituire uno stimolo e un aiuto a quanti hanno a cuore le sorti dei nostri pazienti.

Romolo Savini


Il 1°Consiglio Direttivo presieduto come detto dal Prof. Romolo Savini era composto anche dal Prof. Sandro Agostani di Padova come Segretario dei Prof.ri Ugo Del Torto di Napoli, Silvano Mastroagostino di Genova, Fiorenzo Travaglini di Pisa come Consiglieri. L’elenco completo dei consigli direttivi della Società dal 1978 al 2001 è allegato. Dopo aver presieduto il 1° Consiglio Direttivo, il Prof. Romolo Savini è divenuto dal 1980 il Segretario della Società e lo è stato fino all’anno della sua scomparsa fino al 1990. Gli è succeduto in questa carica di Segretario il suo allievo Stefano Cervellati degli Istituti Rizzoli di Bologna che è stato Segretario dal 1990 al 1998. Nel 1998 è stato eletto e lo è tuttora Segretario Carlo Ruosi dell’Università Federico II di Napoli. Per quanto riguarda la carica di Tesoriere all’inizio era integrata in quella di Consigliere; poi, dal 1994 è stata considerata autonoma. Comunque dalla Fondazione al 1998, per oltre venti anni, è stato Tesoriere della Società il Prof. Fiorenzo Travaglini dell’ I.O.T. di Firenze. Dal 1988 ad oggi è Tesoriere Marco Crostelli dell’Ospedale B. Gesù di Palidoro di Roma. Nel 1994 il Presidente del Consiglio Direttivo ’92-’94 , il Prof. Elio Ascani fece approvare dall’assemblea una modifica di statuto che prevedeva il cambio del nome della Società in “Società Italiana di Patologia Vertebrale – G.I.S” e l’aumento dei Consiglieri da due a quattro con la già citata identificazione autonoma della carica di Tesoriere. Nel 2000, il Presidente del biennio ’98 – ’00, Prof. G. Guida, in una nuova modifica, ha fatto approvare un nuovo statuto che rende la Società aderente alle nuove leggi sulle associazioni senza scopo di lucro inserendo una nuova definizione della Società che adesso si identifica come: “Società Italiana di Chirurgia Vertebrale-Gruppo italiano Scoliosi” e portando la sede della stessa presso la sede della S.I.O.T in Roma.

Anche la Rivista Ufficiale ha avuto in questi venticinque anni momenti di crescita e di evoluzione. Intitolata, come detto, “Progressi in Patologia Vertebrale”, oltre a raccogliere le relazioni del Congresso Nazionale ha accolto negli anni tutti i principali lavori scientifici di chirurgia vertebrale italiana con contributi anche stranieri. Nel 1996, con la Presidenza di Patrizio Parisini dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna il titolo viene modificato in“ Il Rachide” e i numeri della rivista, da annuali diventano semestrali. Nel 1999 con la Presidenza di G. Guida, viene approvato dall’assemblea un nuovo progetto editoriale che prevede la pubblicazione della rivista in italiano e in inglese con uscita quadrimestrale e con il nome di “Il Rachide-Italian Journal of Spinal Disorders”. La rivista è stata diretta e coordinata da Romolo Savini fino al 1990, dal 1990 al 1995 il direttore è stato Fiorenzo Travaglini tranne il 1992 che ha visto la Direzione di Daniele Fabris. Quest’ultimo è poi stato Direttore Editoriale della Rivista dal 1996 al 2000 in quanto per Statuto diveniva Direttore responsabile della stessa il Presidente del C.D. del biennio precedente. Nel 2000 è stato nominato dal C.D. Direttore Editoriale della Rivista il Dott. Mario Di Silvestre dll’Istituto Rizzoli di Bologna che era già stato Segretario di Redazione dal 1988 al 1998.

Informazioni
Espressioni della Società, oltre al Congresso Nazionale annuale, sono Corsi di Aggiornamento di Base e Avanzati che tutti gli anni vengono organizzati per giovani chirurghi che vogliano apprendere dalle nozioni di base alle tecniche più sofisticate in Chirurgia Vertebrale: Cervicale, Dorsale e Lombo-Sacrale. Inoltre la Società patrocina tutta una serie di manifestazioni scientifiche e culturali che si svolgono su tutto il territorio Nazionale per diffondere le principali tematiche diagnostiche e terapeutiche della patologia Vertebrale. In quest’ambito la Società promuove ogni anno delle Borse di Studio per premiare progetti di lavoro e/o di ricerca dei Soci giovani più meritevoli.
Di seguito oltre al già citato elenco dei Consigli Direttivi che si sono avvicendati dalla fondazione ad oggi, troverete anche l’elenco completo di tutti i Congressi Nazionali della società con le tecniche affrontate.

Soci Fondatori GIS Gruppo Italiano di Studio della Scoliosi 1977
Prof. Sandro Agostini (PD), Prof. Elio Ascani (Roma), Prof. Ugo Del Torto (NA), Prof. Alessandro Faldini (Pisa), Prof. Leonardo Gui (BO), Prof. Pier Giorgio Marchetti (Pisa), Prof. Silvano Mastragostino (GE), Prof. Giorgio Monticelli (Roma), Prof. Alberto Ponte (SV), Prof. Romolo Savini (BO), Prof. Fiorenzo Travaglini (FI)

Società Italiana di Chirurgia Vertebrale e Gruppo Italiano Scoliosi